Strategie opzioni binarie supporti e resistenze

Se sei alla ricerca di un modo semplice ed efficace per investire online, devi assolutamente scoprire le strategie opzioni binarie supporti e resistenze. Al di là dell’utilità strategica, supporti e resistenze rappresentano anche due concetti di fondamentale importanza in materia di trading. Prima di entrare nello specifico del significato e dell’uso di questi strumenti, vogliamo ricordarti che qualsiasi operazione finanziaria o tecnica di previsione connessa agli investimenti, si basa sull’andamento del mercato. I mercati possono muoversi, essenzialmente, in due direzioni: al rialzo e al ribasso. Partendo da questo presupposto, possiamo ora entrare nel vivo della nostra guida.

Cosa sono i supporti e le resistenze?

Un supporto è un livello al quale giunge un prezzo al ribasso, arrestando la propria caduta. Al contrario, una resistenza è quel livello che, toccato da un prezzo al rialzo, ne blocca l’ulteriore salita. In base a ciò che abbiamo appena detto, un trend (ovvero la direzione del prezzo) potrà avere due possibilità: rompere un supporto o una resistenza e proseguire nella sua direzione in modo ancora più netto, oppure rimbalzare sui due livelli e dare luogo ad un’inversione. Ciò che fa muovere i prezzi sul mercato non è altro che, sostanzialmente, la domanda e l’offerta per gli strumenti finanziari ai quali i prezzi si riferiscono. Quindi, ad un’alta richiesta corrisponde un prezzo che sale, se aumenta l’offerta, il prezzo diminuisce. Le strategie opzioni binarie supporti e resistenze sono, molto probabilmente, tra le più efficaci tecniche di previsione nell’ambito del trading online.

Esempio di strategie opzioni binarie supporti e resistenze

Innanzitutto, la prima operazione che andrai a compiere sarà quella di impostare il grafico in D1, per individuare il trend della giornata e, eventualmente, i livelli di supporto e resistenza che possono essere ancora validi per inviare un ordine. Da un grafico impostato in questo modo, puoi ricevere due tipi di segnali che corrispondo a due diverse entrate sul mercato:

  1. Se il prezzo buca una resistenza o rimbalza su un supporto potrai acquistare un’opzione binaria call
  2. Se il prezzo buca un supporto o rimbalza su una resistenza potrai acquistare un’opzione binaria put

Come potrai notare, l’attuazione della tecnica è molto semplice e forse, proprio per questo motivo, ti starai chiedendo: le strategie opzioni binarie supporti resistenze sono affidabili? Ciò che possiamo dirti è che, nel trading online, nessuna tecnica di previsione è affidabile al 100% e nessuna strategia può garantire guadagni certi. Tuttavia, giocare in borsa online con le opzioni binarie, utilizzando i supporti e le resistenze, può risultare molto efficace, soprattutto in relazione al time frame, ovvero alla scadenza. Con tale tecnica, infatti, si possono ottenere buoni risultati nelle operazioni finanziarie comprese nell’arco di una singola giornata. Ti consigliamo, comunque, di non investire più del 5% del tuo capitale per una singola transazione e di prestare anche sempre molta attenzione alla gestione del denaro.
Infine, vogliamo darti una piccola indicazione su come tracciare un supporto o una resistenza su un grafico: per il primo, ti basterà unire due o più punti minimi toccati dal prezzo; per la seconda, dovrai unire due o più punti massimi.

Broker Forex: come scegliere quello giusto

Con oltre 4 miliardi di dollari scambiati ogni giorno, il mercato delle valute è il più grande del mondo. Nonostante questo, la Borsa dei cambi non ha una sede centrale, e tutte le transazioni si svolgono tramite reti informatiche. Questo è uno dei motivi per i quali, per investire sulle valute, dovrai affidarti ad un Broker Forex che metterà a tua disposizione una piattaforma attraverso la quale potrai svolgere le tue operazioni di trading online.

Broker Forex: l’affidabilità dipende soprattutto dalle regolamentazioni

Internet ha consentito l’accesso ai mercati a chiunque: in pochissimi anni, il trading online è diventato un’attività diffusissima e sono nati tantissimi siti di intermediari finanziari, pronti ad attrarre più clienti possibili. Ti sarai certamente imbattuto in alcuni articoli che parlavano di truffe ai danni degli investitori da parte degli intermediari. Purtroppo, infatti, non tutti i broker sono affidabili, e per scegliere il migliore dovrai innanzitutto valutarne le certificazioni.

A livello europeo, un buon broker è generalmente autorizzato dalla CySec, un ente borsistico che fa capo a Cipro e che ha il compito di rilasciare legali licenze, a fronte di determinati controlli in merito alle attività degli intermediari. Oltre alla licenza, i broker forex più affidabili sono sottoposti a vigilanza. In Italia, l’istituto di vigilanza borsistica è la CONSOB. Quando leggerai questi due nomi all’interno dell’informativa che obbligatoriamente ogni intermediario dovrà pubblicare sul proprio sito, potrai stare tranquillo che si tratti di una società affidabile.

Account e commissioni: quali sono le condizioni ottimali?

Ogni broker forex proporrà agli utenti la possibilità di registrarsi sul sito scegliendo tra diversi tipi di account. Generalmente, i profili si differenziano in base alle capacità e alle disponibilità economiche di ogni investitore.
Quasi tutti gli intermediari hanno almeno tre tipologie di account: uno per i principianti, con un deposito minimo richiesto molto basso. Il secondo per chi ha già abbastanza esperienza nel trading forex, ma vuole rimanere in un target di capitale non troppo alto. Infine, il profilo dei professionisti, con un deposito minimo che parte da almeno 10.000,00 euro. Ad ogni account verranno riservati determinati servizi, sempre più completi man mano che si sale di livello.

Altro aspetto da valutare sono le commissioni, che per un broker operante nel mercato delle valute rappresentano i propri guadagni. In questo contesto, potrai trovare una serie di offerte davvero molto differenziate. La tua scelta, ovviamente, dovrà essere basata su quanto i costi dell’intermediario possano essere compatibili con i tuoi obiettivi e con le tue esigenze.

Trading facile? Attento a come scegli la piattaforma

Le migliori piattaforma per fare trading online sono quelle che garantiscono i profitti più elevati. E’ vero, molti dicono che i profitti di trading non sono mai garantiti e anche questo è vero nel senso che il trading online ha un grado di rischio piuttosto elevato. Tuttavia, se facciamo un discorso statistico, è molto più probabile guadagnare soldi con il trading se si utilizza una piattaforma di alta qualità piuttosto che una piattaforma di bassa qualità. Anzi, ci sono casi in cui una cattiva scelta della piattaforma di trading comporta la certezza di perdere soldi.

La piattaforma di trading online per il trading facile

Quali sono le migliori piattaforme di trading online? Seguendo il link si ottengono le migliori piattaforme per il trading di borsa. Sono tutte piattaforme estremamente sicure, affidabili, oneste. Soprattutto sono piattaforme che hanno ricevuto autorizzazione e regolamentazione da parte di CONSOB. E’ questo il punto da cui partire: se la piattaforma non è autorizzata e regolamentata da CONSOB, allora la truffa è quasi certa e tutti i soldi depositati potrebbero sparire.

La sicurezza e l’affidabilità sono le prime caratteristiche che dobbiamo ricercare sempre e comunque in una piattaforma di trading online. Senza queste caratteristiche è facilissimo perdere tutti i propri soldi, addirittura senza nemmeno cominciare il trading online. E solo la CONSOB ci può dare questa indispensabile garanzia di sicurezza.

Ma la sicurezza non basta per poter dire che una piattaforma è buona. Una buona piattaforma di trading online deve essere assolutamente gratis, senza nessun tipo di commissione. Pagare commissioni per fare trading in Borsa o su qualunque altro mercato finanziario è da stupidi, per due motivi. Primo, perché le migliori piattaforme di trading sono completamente gratis, quindi significa pagare per qualcosa che si può avere in modo gratuito. In secondo luogo, proprio perché le migliori piattaforme di trading sono gratis, pagare per fare trading significa scegliere piattaforme non al top.

In particolare, le piattaforme di opzioni binarie e di contratti per differenza sono quelle che non impongono mai commissioni e infatti il trading online di opzioni binarie o contratti per differenza è il miglior tipo di trading che si possa fare. Le piattaforme che impongono commissioni sull’eseguito sono invece quelle piattaforme che impongono di acquistare direttamente l’asset. Ricordiamo sempre che è molto meglio fare trading facile con un derivato su un asset finanziario piuttosto che procedere direttamente all’acquisto dell’asset. Acquistare direttamente l’asset può compotare perdite molto forti in caso di caduta del prezzo, usare un derivato come CFD o opzioni binarie garantisce la possibilità di guadagnare, sempre e comunque, anche se il prezzo dell’asset scende.

Un’altra caratteristica fondamentale delle piattaforme di trading online che conviene scegliere è il bonus: più è alto il bonus di benvenuto che si ottiene dal broker e più si guadagna. E’ un fatto matematico, è inutile girarci intorno: se vuoi guadagnare di più con il trading online, ti conviene scegliere una piattaforma che ti regala un bonus piuttosto elevato.

Le recensioni delle migliori piattaforme di trading online

Per questo motivo è importante leggere con attenzione le recensioni delle migliori piattaforme di trading on line prima ancora di aprire un conto di trading, anche solo in modalità demo. In questo modo è possibile sapere subito se la piattforma è autorizzata e regolamentata CONSOB, se offre trading di opzioni binarie o di CFD, se paga bonus elevati ai clienti e se applica commissioni. Fare una scelta intelligente ed informata è importantissimo, soprattutto se si vuole fare trading facile sui mercati finanziari.

Trading online seguendo il trend

La crisi finanziaria ha portato sempre più persone a cercare metodi di guadagno alternativi. Grazie alla rete, sempre più persone possono finalmente iniziare a guadagnare attraverso internet, che si prefigura come la soluzione più innovativa per iniziare a fare soldi in maniera effettiva. Il trading online, è uno di quei filoni che con il web è letteralmente esploso durante gli ultimi anni, anni dove si è visto raddoppiare di anno in anno, il numero di trader che si è avvicinato al mondo del trading online. Il trading online è tuttavia pochissimo tempo che è arrivato ufficialmente in italia, una manciata di anni in cui però il trading online si è evoluto in maniera spaventosa, diventando in tutto e per tutto assolutamente legale grazie alle regolamentazioni EU, Consob, Cysec e MiFid, che fanno del trading online uno degli strumenti più validi presenti attualmente. Questo articolo è stato elaborato con il supporto fondamentale del team del sito TrendVincente.com, il primo sito in Italia per coloro che fanno trading online seguendo il trend di mercato.

Che cos’è il Trading Online

Il trading online è quel metodo per investire, dove è necessario semplicemente un computer attaccato ad una connessione internet, dove è possibile vendere e comprare qualsiasi mercato finanziario (come l’Oro o EUR/USD o ancora Google) attraverso una piattaforma di trading. Si tratta di un metodo di investimento estremamente redditizio, che può portare guadagni superiori al 50% dell’investimento iniziale anche dopo poche settimane di trading. Il trading online è stato regolamentato dalla Consob nei lontani anni 90, e tutt’oggi continua ad essere lo strumento di investimento preferito dagli italiani, che possono guadagnare sia dal loro computer di casa che dallo smartphone:

trading trend

Prima dell’avvento di internet, la rivoluzione che ha permesso al trading online di esistere e di far guadagnare tutti i trader online, una cosa del genere era soltanto pura utopia. Gli investitori (al tempo molti meno rispetto ad oggi), facevano trading letteralmente “chiamando” tramite il telefono il proprio broker, che piazzava loro gli ordini attraverso la classica linea telefonica. Era un vero incubo, e i requisiti necessari per iniziare a fare trading erano altissimi: servivano dei depositi minimi e dei conti estremamente enormi.

Oggi è cambiato tutto, e essenzialmente anche lo studente che si guadagna da vivere lavorando la sera facendo il cameriere al ristorante, può investire una piccola parte dei suoi fondi.

Con il passare degli anni, il trading online è diventato sempre più accessibile e facile. Attraverso anche l’automazione, il copytrading e il mirror trading, i Money Manager sono “gratuiti” e i broker possono proporre delle condizioni di trading sempre più basse, per non parlare del fatto che è possibile guadagnare con il trading online in maniera abbastanza semplice, grazie allo studio dei trend, le cosiddette strategie di “Trend Following”.

Trend Following Strategia

Quello che gran parte dei trader ignorano, è la differenza tra un mercato in fase laterale e un mercato in trend. Si tratta di due fasi estremamente diverse, eppure gran parte dei trader investono nella stessa maniera, a prescindere dalla fase in cui si trova. Se però il mercato si comporta in maniera diversa, dovremmo trattarlo in maniera altrettanto diversa.

È bene quindi capire quando il mercato si trova in fase di trend o meno, in questo modo sarà infatti possibile capire cosa fare o meno. Se un mercato si trova infatti in fase di trend, deve essere un discorso oggettivo, e non un proprio pensiero. Per far ciò, si utilizzano una serie di analisi ben precisa:

  • Analisi con gli indicatori tecnici
  • Analisi visiva

Per quanto riguarda gli indicatori tecnici, è consigliabile utilizzare alcuni indicatori (tra cui medie mobili e oscillatori).

trading on line

In questa immagine è possibile scoprire qual’è la Fase di Trend, e quale è la Fase Laterale, attraverso l’utilizzo dell’RSI, che quando è sopra i 60 significa che il trend è positivo, quando invece è sotto, tra i 40 e i 60 è in fase laterale.

Se invece si vuole avere una visuale “al colpo d’occhio” non è obbligatorio utilizzare degli indicatori tecnici, ma è possibile utilizzare l’analisi visiva, che sostiene che se la trendline ha una pendenza maggiore del 20%, il mercato è in fase di trend.

trendline trading online

Questa immagine è sicuramente molto esplicativa, e può essere applicata sia sui trend rialzisti, che su quelli ribassisti. Ovviamente si tratta di comprare in un trend rialzista e vendere in un trend ribassista.

Per concludere, la strategia del trend following, può essere utilizzata sia nel breve, che nel medio oppure nel lungo periodo. Il trend following è la strategia base della speculazione, dove si “cavalca” letteralmente un trend, una volta che si è formato. I trader entrano infatti una volta che il trend si verifica, investendo con la speranza che il trend perdurerà per un certo periodo o almeno fino ad un determinato livello di prezzo (solitamente un supporto o una resistenza o rottura appunto della resistenza o supporto dinamica relativa al trend). Il metodo trend following è praticamente l’inseguimento della tendenza di un mercato finanziario. È una strategia che si basa sull’analisi dei prezzi, che si muoveranno tendenzialmente al rialzo o al ribasso periodicamente. È possibile quindi trarre vantaggio da questi trend di mercato, osservando la direzione, come è stato specificato nella mini-guida di questa pagina.

Il trading online per principianti

Come può un principiante iniziare a fare trading online. Esiste una guida che può spiegare il trading online per i principianti?

Sì, esiste un modo per spiegare il trading online per i principianti, e per capirlo è sufficiente iniziare a leggere questa mini-guida.

Investire per un principiante potrebbe sembrare difficile, specialmente se avete deciso di gestire da soli i propri investimenti, invece di pagare per un consulente, oppure comprando un fondo. È necessario tuttavia fare molta attenzione, in quanto gestendo in completa libertà i propri investimenti, è possibile guadagnare molto di più, in quanto quello che si guadagna va direttamente nel proprio conto, e non in quello del consulente. Questo significa che è possibile dunque avere la soddisfazione di gestire il proprio destino, facendo molti più soldi di un semplice investimento in banca.

Le basi del mercato

Il trading online, l’investimento per principianti, inizia con il capire che ogni prezzo è determinato dalla domanda e dall’offerta. Quando la domanda e l’offerta non sono esattamente bilanciati, il prezzo si muove verso l’alto o verso il basso. Se ci sono più persone disposte a comprare rispetto che a vendere, il prezzo andrà verso l’alto. Se invece ci sono più persone disposte a vendere che a comprare, il prezzo andrà verso il basso. Funziona così, in maniera estremamente semplice, e lo stesso principio è possibile applicare sia se si sta comprando azioni, materie prime, valute o qualsiasi altro mercato.

Conto Demo Principianti

È una buona idea aprire un conto demo, la soluzione perfetta per i principianti. Un conto di trading demo consente di iniziare a fare trading senza dover investire soldi reali, ma facendo pratica con i soldi reali. La piattaforma demo è solitamente uguale in tutto e per tutto a quella reale, con l’unica differenza che i soldi investiti non sono veri.

Il Trading Plan

Una cosa che serve al più presto possibile ad un principiante, è il trading plan, o piano di trading. Il trading è come una qualsiasi attività imprenditoriale. In una qualsiasi attività imprenditoriale, all’imprenditore serve un Business Plan, e quindi ad un trader serve un Trading Plan.

Scrivere dunque, nero su bianco il mercato dove si vuole investire, la tolleranza al rischio, gli obiettivi di profitto, e quanto tempo si vuole stare davanti al computer a fare trading. L’idea del Day Trading è sicuramente ottima, ma cosa può accadere se durante la giornata si ha già un altro lavoro? Forse è meglio fare trading qualche ora la sera, o la notte. Bisogna essere sempre realistici con i propri obiettivi e con i propri limiti.

Il rapporto di Rischio/Rendimento

Il Money Management è fondamentale per qualsiasi trader professionista, e quindi anche per qualsiasi trader alle prime armi. Fare attenzione a questi due concetti (che verranno trattati molto velocemente, in quanto questa guida non vuole “caricare” troppo il trader alle prime armi di concetti difficili):

  • Position sizing
  • Money Management

Il position sizing afferma che non si dovrebbe mai rischiare più del 2-3% per posizione aperta.
Il money management, è la gestione dei soldi, che comprende anche il risk management, che consiglia di impostare sempre un rischio/Rendimento per ogni posizione aperta. Solitamente il rischio dovrebbe essere inferiore al rendimento, come ad esempio un R/R di 1:3, rischiare uno per guadagnare 3. Questo permetterà al trader alle prime armi di iniziare subito come un vero professionista, minimizzando i rischi ma massimizzando i profitti.

Opinioni sul forex

Quali sono le opinioni degli esperti sul mercato del Forex. Si tratta di una truffa oppure è un business regolare? Queste sono delle domande che qualsiasi utente dovrebbe farsi prima di registrarsi su qualsiasi piattaforma di trading, e prima di versare qualsiasi fondo su una qualsiasi piattaforma. Non tutte le piattaforme di trading sono uguali, e la distorsione della realtà messa in atto da alcuni forum e blog è ormai realtà.

Capita spesso infatti, che su un blog o un forum si trovino messaggi del tipo:

“Il broker X è una truffa!”

Oppure…

“Il broker X è il migliore!”

Questa discrepanza di opinioni, pur essendo riguardanti lo stesso medesimo broker, arrivano semplicemente perché da dietro uno schermo e dietro una tastiera è molto facile dare dei giudizi affrettati.

Molti utenti che parlano male di un broker lo fanno perché, a causa della loro negligenza, hanno perso fondi sul conto, a causa solo e soltanto della loro strategia. La colpa è loro, però danno una recensione negativa del broker, infangando dunque la sua reputazione.

Altri, che magari, per fortuna o grazie al caso, fanno molti soldi su un broker, lasciano una recensione positiva, affermando che il broker è “il migliore al mondo”. È ovvio che anche questa valutazione potrebbe essere affrettata, in quanto il broker non è stato provato a lungo e potrebbe trattarsi di una valutazione affrettata.

È quindi palese che se si vuole avere un’opinione imparziale e veritiera, è necessario recarsi su siti ben più professionali rispetto a semplici forum, dove qualsiasi persona può dare la sua opinione.

Noi, possiamo fornire le migliori opinioni e commenti sui broker di trading online, e inoltre possiamo fornire a tutti i lettori, alcune “dritte” per verificare se si tratta di un broker valido o meno, per non parlare delle numerose recensioni Forex trading che forniamo.

Forex commenti

Il Forex è il mercato più liquido del mondo, dove ogni giorno vengono scambiati miliardi e miliardi di dollari. Non si tratta certamente di una truffa, in quanto i trader che effettuano contrattazioni ogni giorno sul mercato Forex, lo fanno sulla base di analisi macroeconomiche e tecniche. Il Forex è un mercato molto suscettibile (per le tendenze a lungo termine) dalle politiche monetarie delle banche centrali, che fissano periodicamente il tasso d’interesse di riferimento, che a sua volta influisce sul valore della valuta.

Un tasso d’interesse in fase di innalzamento per la Banca Centrale Europea, ad esempio, permetterà all’EUR di salire di valore. Un taglio del tasso d’interesse da parte della Banca Centrale Europea, contribuirà a diminuire l’interesse nei confronti dell’Euro, e quindi anche nel prezzo.

Recensioni forex trading


Il Forex trading è senza dubbio uno dei mercati più stabili e più profittevoli
. Una coppia Forex, si muove mediamente non più dell’1% al giorno, quindi molto di meno rispetto alle azioni, che solitamente possono avere dei crolli anche superiori al 5-10%. Il Forex è quindi un investimento che può essere fatto a lungo termine, ma anche a breve termine, grazie ad uno strumento chiamato leva finanziaria, che “amplifica” il potere d’acquisto del trader.

Una volta che ci si vorrà registrare ad uno dei broker che offrono il trading forex, sarà necessario controllare prima di tutto le tante recensioni presenti sui siti di recensioni di broker forex (inutile dire che CentroFondi.it è ormai una realtà del settore). Ma sopratutto, a prescindere dalla recensione, è necessario controllare che il broker possegga il numero di licenza CONSOB.

La CONSOB è la Commissione nazionale per le società e la Borsa (meglio nota con l’acronimo Consob) e si prodiga di controllare che le attività dei broker di trading online forex siano nel rispetto della legge. Ogni broker regolare, che opera in Italia, deve avere un numero di licenza fornito dalla CONSOB. Se non è presente la licenza CONSOB, meglio optare per un’altro broker che sia regolamentato CONSOB, in modo da avere la massima sicurezza di essere su un broker valido e che consenta di svolgere le normali contrattazioni forex, senza alcun intoppo.

Opzioni binarie dalla a alla z

Fare trading online di opzioni binarie e guadagnare: è possibile? Abbiamo visto nell’ultimo post che sì, con le opzioni binarie si può veramente guadagnare ma è anche opportuno sottolineare come nulla è sicuro nel meraviglioso mondo del trading online. Questo significa che sì, si può guadagnare moltissimo ma si può anche perdere. Questa miniguida alle opzioni binarie ha proprio l’obiettivo di spiegare come fare per aumentare la probabilità di guadagnare soldi con le opzioni binarie.

Studiare le opzioni binarie

Inutile prenderci in giro, per guadagnare davvero con le opzioni binarie bisogna avere una buona preparazione. Non stiamo dicendo che bisogna essere degli esperti, almeno all’inizio. Tutti possono diventare trader di operazioni digitali e riuscire ad arrivare ad una buona preparazione e quindi ad un buon livello di guadagno ma quello che è davvero importante è studiare. Non è necessario fare corsi a pagamento visto che questi corsi sono spesso eccessivamente costosi e il livello di preparazione che garantiscono è basso, soprattutto dal punto di vista pratico. La cosa migliore da fare è seguire corsi online. Ci sono, per prima cosa, i corsi messi a disposizione dai migliori broker di opzioni binarie in modo gratuito per tutti coloro che hanno aperto il conto. E poi ci sono anche i siti indipendenti dedicati alle opzioni binarie che di solito offrono, sempre in modo completamente gratuito, ottimi contenuti. Ad esempio, per tutti coloro che vogliono studiare le opzioni binarie in italiano, è possibile consultare OpzioniBinarie.me che è la risorsa in assoluta più completa dedicata alle opzioni binarie. Oltre ad un’ampia sezione dedicata alle strategie di trading binario è possibile trovare anche la recensione dei migliori broker per fare trading di opzioni binarie e questa è una sezione a cui conviene dedicare molta attenzione perché la scelta del broker può fare davvero la differenza.

I broker di opzioni binarie

In effetti possiamo affermare senza tema di essere smentiti che spesso è il broker a fare la differenza tra coloro che guadagnano con le opzioni binarie e coloro che perdono. Un buon broker binario è sempre autorizzato e regolamentato da CONSOB. Solo in questo modo il trader ha la certezza matematica che il suo denaro non sarà rubato ma sarà custodito in maniera assolutamente sicura. Ma questo non basta per farci scegliere un broker: un buon broker deve anche essere facilissimo da usare e deve mettere a disposizione dei trader iscritti corsi gratuiti. Infine, un buon broker deve sempre garantire un bonus gratis parecchio elevato. Se poi ci sono altre promozioni, ad esempio promozioni che garantiscono il recupero delle perdite, ancora meglio.

Opzioni binarie demo

Vuoi fare trading online di opzioni binarie? Allora ti conviene sicuramente dedicare una parte del tuo tempo alle demo. In questo modo avrai la possibilità di studiare e capire che cosa sono davvero le opzioni binarie e non solo. Potrai anche esercitarti e capire alcuni fondamentali meccanismi tecnici che sono alla base delle opzioni binarie. Allo stesso tempo, però, non bisogna caricare le demo di troppe aspettative. Alla fine, fare demo non è come fare trading con soldi veri perché manca tutto l’aspetto emozionale: la paura di perdere e l’avidità.

Opzioni binarie opinioni

Le opzioni binarie sono una truffa. Oppure: le opzioni binarie sono un modo per fare soldi senza fare assolutamente nulla. Opinioni fasulle ma bisogna stare davvero molto attenti. Purtroppo di opinioni come queste, soprattutto sui forum, ne girano davvero tante. Molto meglio per non farsi impapocchiare evitare di frequentare i forum finanziari dove di minchiate se ne trovano davvero tante.

Opzioni binarie strategie

Come possiamo concludere questo nostro articolo dedicato alle opzioni binarie? Elencando i punti fondamentali per guadagnare con le opzioni binarie e che sono:

  • Studio delle opzioni binarie
  • Scelta del broker di opzioni binarie
  • Esercitazione con una demo
  • Trading con le migliori strategie

Senza i primi tre punti non c’è strategia che ci possa fare guadagnare soldi. Una volta però che è chiaro che cosa sono le opzioni binarie e quale broker utilizzare per guadagnare, possiamo passare a scegliere la strategia. Sono difficili da trovare le strategie di trading per opzioni binarie? Assolutamente no, anzi. Il web è ormai pieno di risorse di qualità che ci spiegano, passo a passo, le migliori strategie di guadagno. Uno dei migliori siti con strategie di trading per opzioni binarie è proprio OpzioniBinarie.me di cui parlavamo all’inizio dell’articolo. Ma sicuramente non è l’unico. Una cosa importante da dire a riguardo delle strategie di trading per opzioni binarie è che una volta scelta la propria strategia bisogna seguirla con disciplina, evitando di fare di testa proprio. Seguire una strategia a tratti significa non seguire nessuna strategia. In pratica, fare trading a caso. I risultati sono sempre pessimi quando si fa trading online di opzioni binarie in modo casuale.

Quanto si può guadagnare con le opzioni binarie?

Parliamo spesso di trading online e dei modi che è possibile utilizzare per guadagnare quanti più soldi possibili con il trading. Ma oggi vogliamo focalizzarci meglio su un argomento particolare e cioè le opzioni binarie. Quello che veramente ci interessa è capire quanto è possibile guadagnare davvero con le opzioni binarie. Sui forum e su molti siti internet leggiamo spesso che con le opzioni binarie è possibile diventare ricchi in modo veloce e quasi senza fare nulla. E’ davvero così? Mi dispiace andare contro i sogni di gloria di molti aspiranti trader ma la verità è che i soldi facili non esistono da nessuna parte. Chi vuole davvero diventare ricco può scegliere di diventare trader ma non è una strada facile. Qualche volta si trova scritto sui forum: apri il conto con questo broker e sarai ricco.

Sì, magari dopo 15 anni di sofferenze, di lavoro duro, di litigate con la moglie che non capisce perché devi stare attaccato al computer 20 ore al giorno e magari pensa che stai guardando un film porno, salvo poi ovviamente abituarsi rapidamente al tenore di vita elevato che fare trading online di opzioni binarie garantisce. Insomma, raggiungere il successo economico non è facile per niente, nemmeno con le opzioni binarie.

La premessa che abbiamo fatto ci consente di tornare al problema iniziale: quanto è facile diventare ricchi con le opzioni binarie? La risposta è che è complicato, molto complicato. Ma almeno si guadagna con le opzioni binarie? E’ difficile dare una risposta, tutto dipende da un insieme piuttosto elevato di fattori.

La cosa certa è che all’inizio con le opzioni binarie si guadagna molto poco: arrivare a qualche centinaia di euro al mese di profitti netti è già da considerare un successo. Tutto dipende anche dal capitale che si decide di investire con le opzioni binarie: chi investe somme enormi, ad esempio, ha la possibilità di ottenere profitti più elevati ma anche i rischi sono sensibilmente più alti. La verità è che per guadagnare di più bisogna necessariamente rischiare di più. E questo non è vero solo per le opzioni binarie, è vero anche per qualunque tipo di investimento finanziario, sia ad alto rendimento che a basso rendimento.

Si può arrivare a guadagnare 1.000 euro al mese solo con le opzioni binarie? Sì, sicuramente, in effetti sono molti coloro che hanno raggiunto questo ambitissimo obiettivo e molti di coloro che iniziano il trading online di opzioni binarie vogliono proprio raggiungere i fatidici 1.000 euro al mese. Il nostro consiglio? Non porsi limiti. 1.000 euro al mese sono una bella cifra, ma è veramente possibile fare meglio, molto meglio.

Fare trading forex con Plus500 Webtrader

Una delle piattaforme più sicure e affidabili per fare trading online sui mercati finanziari è Plus500. Si tratta di una delle migliori piattaforme in assoluto perché è sicura, onesta, affidabile. Insomma, un vero e proprio capoloavoro che garantisce a tutti i trader profitti elevati anche senza nessun tipo di esperienza nel trading online. Una delle caratteristiche in assoluto più apprezzate dai trader è la piattaforma Plus500 Webtrader. Perché questa piattaforma è così amata? Dobbiamo dire che Plus500 è uno dei broker più apprezzati in Europa, tanto da essere addirittura quotata presso la Borsa di Londra.

La piattaforma Webtrader è solo una delle piattaforme messe a disposizone da Plus500 ma la sua caratteristica principale è che garantisce la possibilità di operare direttamente via web. Quindi per operare con Plus500 Webtrader non è necessario effettuare il download di alcuna applicazione. Basta fare il login (per chi non sappia come accedere, basta cercare su google plus500 webtrader login) immettendo i propri dati di identificazione. Il gioco è fatto: con un semplice login su una pagina web si ha la possibilità di speculare su tutti i principali mercati finanziar internazionali, dal forex alle azioni passando per commodity e bitcoin.

Questa è la grande comodità della piattaforma webtrader. Molti trader la apprezzano, ma non tutti. Ci sono alcuni trader infatti che preferiscono effettuare il download dell’applicazione di trading di Plus500 e operare attraverso di essa. E’ meglio operare con webtrader o con la piattaforma di trading dedicata? Non possiamo dirlo a priori.

Plus500 opinioni

Le opinioni che possiamo raccogliere in rete a proposito di Plus500 sono davvero meravigliose. Le persone adorano la facilità con cui è possibile guadagnare soldi grazie a Plus500. Plus500 è facilissimo da usare, sia nella versione Webtrader che nella versione applicazione. Non è necessario essere esperti per cominciare a usare Plus500 ma sicuramente si diventa esperti a poco a poco usando Plus500. Non c’è piattaforma migliore per imparare le basi, i fondamenti e le strategie di trading on line.
Tutto questo è apprezzatissimo dai trader che infatti scrivono sui forum e sulle reti sociali esprimento il proprio apprezzamento e il proprio sostegno alla piattaforma di trading online Plus500.
Non esiste nessun’altra piattaforma di trading che goda di un sostegno tanto ampio e incondizionato. Questo si è dimostrato anche a maggio 2015 quando la piattaforma Plus500 è stata costretta dall’autorità britannica FCA a bloccare alcuni conti perché i titolari erano sospettati di essere coinvolti in attività di riciclaggio di denaro sporco. In effetti i sospetti erano completamente infondati, gli accusati erano innocenti e alla fine, scava scava, la FCA si era arrabbiata solo perché in alcuni documenti scansionati o fotografati non comparivano gli angoli. Ebbene, nei giorni in cui Plus500 fu costretta dall’autorità a bloccare i conti di alcuni trader (in modo ingiusto, ripetiamo) tutti i trader rimasero compatti nel mantenere fiducia piena, illimitata e incondizionata nella piattaforma Plus500. E questa è veramente una cosa rara.

Plus500 demo

Un altro aspetto molto interessante di Plus500 è che garantisce a tutti la possibilità di operare in modalità demo in maniera completamente gratuita. La demo di Plus500 è totalmente aperta, non è necessario effettuare alcun deposito per potervi accedere. In effetti possiamo dire che la demo di Plus500 è la palestra privilegiata dove moltissimi di coloro che fanno trading online in Europa hanno imparato a guadagnare soldi con i mercati finanziari. Certo, come tutte le demo non è proprio il posto ideale per passare troppo tempo. Le demo sono buone per capire come funziona la piattaforma o come funziona il trading, ma non per fare esperienza perché manca il coinvolgimento psciologico del trader. Per questo motivo dopo aver passato qualche ora in modalità demo conviene sempre passare ad operare in modalità reale, effettuando il primo deposito. E’ bene ricordare che il deposito iniziale necessario per cominciare a operare con soldi veri sulla piattaforma di trading on line Plus500 è di appena 100 euro. Depositando 100 euro si può cominciare quindi a operare sia con la modalità Plus500 WebTrader sia scaricando direttamente l’applicazione di Plus500 e installandola direttamente sul proprio computer, smartphone o tablet.
Nel momento in cui si effettua l’iscrizione a Plus500 si riceve immediatamente un bonus di 25 euro senza deposito che può essere utilizzato per fare trading in modalità reale sui mercati finanziari. In pratica, grazie a Plus500 è possibile operare con soldi veri (non in demo) senza depositare nemmeno un centesimo. Si tratta di una condizione più unica che rara, è difficilissimo incontrare un broker che sia così generoso in termini di bonus. Questi bonus possono essere anche legati al deposito e anche in questo caso sono estremamente generosi: parliamo infatti di bonus sul deposito che possono arrivare anche a 7.000 euro cash.

Plus500 come funziona

Plus500 è un broker di Contratti per Differenza. Il contratto per differenza è un particolare contratto derivato che garantisce la possibilità di investire puntando a diversi sottostanti. Possiamo avere CFD aventi come sottostante coppie di valute forex, azioni, indici, materie prime, bitcoin. Grazie a questo tipo di meccanismo, Plus500 fa guadagnare i trader sia quando l’asset cresce sia quando diminuisce. E’ uno dei più grandi vantaggi della piattaforma Plus500 Web trader. Tra l’altro, il fatto che Plus500 funzioni tramite i Contratti per Differenza implica che non ci siano commissioni da pagare. Con altre piattaforme, invece, ci sono salatissime commissioni sull’eseguito da pagare, commissioni in grado di dissanguare anche il più bravo tra i trader.

Può Apple fallire come Blackberry?

Oggi parleremo di una di quelle paure che hanno tutti gli azionisti di Apple, che a quanto pare sembra destinata a soffrire come Blackberry limited.

Oltre alle svariate preoccupazioni per il rallentamento delle vendite di iPhone e la debolezza per quanto riguarda l’innovazione, da parte dell’azienda di Cupertino, l’analista di UBS Steven Milunovich ritiene che un crollo in stile BlackBerry sarebbe il peggior scenario possibile per l’azienda della mela.

Su una nota di ricerca fornita agli investitori, indicando l’attuale prezzo delle azioni Apple, Milunovich ha detto, “Il nostro scenario più ribassista è una caduta in stile Blackberry, che vedrebbe il titolo scendere intorno a 70 $.”

L’analista sostiene che il mercato abbia già scontato la probabilità che i giorni migliori di Apple sono andati e che non torneranno. Le azioni di Apple hanno chiuso la scorsa settimana a 99,03 $, in crescita dello 0,41%. Le azioni sono cadute del 25,5% dal loro massimo delle ultime 52 settimane e sono in diminuzione del 23% nel corso dell’ultimo anno. A suo parere, il titolo è a buon mercato per un motivo ben preciso.

Il mercato è diventato pessimista sulla potenziale di crescita di Apple e non vede risoluzioni per l’espansione futura. Ma considerando il fatto che le azioni hanno registrato un calo di 70 $ in stile BlackBerry, questo significherebbe un calo ulteriore del 30% rispetto al prezzo di chiusura dell’ultima sessione. Ciò significherebbe che Apple sarebbe valutata esclusivamente sul suo denaro cash, senza prendere in considerazione la crescita.

Milunovich ha affermato: ”Se l’iPhone dovesse andare al ribasso come il mercato dei PC, del 5-10% annualmente, il titolo potrebbe avere un valore che è circa il prezzo di oggi” “Date le dimensioni del mercato dell’iPhone e la difficoltà nel mantenere margini sull’hardware, questa è una possibilità ragionevole anche se probabilmente è una previsione fin troppo negativa.”

In altre parole, le azioni saranno supportate dalla liquidità e dal rallentamento delle vendite di Apple iPhone, pur riconoscendo che c’è un limite massimo per quanto in alto il titolo può andare fino a quando Apple rilascerà il prossimo prodotto “flasgship”. E questo è qualcosa che BlackBerry è ancora in attesa di produrre.

In pratica quindi, il crollo di Apple non è imminente. L’azienda ha un rating BUY, con un prezzo target di 115 dollari. Questo significa dunque un movimento rialzista dai valori attuali. Il succo del discorso è che se Apple dipende dalle vendite al ribasso di iPhone, il titolo molto difficilmente riuscirà ad andare al rialzo.