rssicon
imageleft

"Non cambierai mai le cose combattendo la realtà esistente. Per cambiare qualcosa, costruisci un modello nuovo che renda la realtà obsoleta."

Richard Buckminster Fuller

"L'economia dovrebbe esistere solo per garantire a tutte le persone ciò di cui hanno bisogno."

Manitonquat

 
Condividi su Facebook

2 Comments to “Milano 29 ottobre 2011: le ragioni spirituali della crisi economica 1° parte”

  1. on 10 dic 2011 at 12:28fabio mazoli

    b. giorno.
    da molto tempo mi sento un pesce che nuota contro corrente.
    Sono anni che mi occupo di crescita spirituale, meditazione, sciamanesimo, psicologia e…. economia.
    La premessa è solo per presentarmi. Non amo incensarmi in quanto non credo di essere migliore di nessuno. Ho solo avuto molte esperienze e studiato molto e da un po’ di tempo mi sembra di vedere nell’umanità una sorta di spinta all’autodistruzione e il ripetersi degli stessi schemi di comportamento anche dove si dichiara la volontà di un cambiamento. Il quale sarebbe anche molto facile se solo cambiassimo leggermente il nostro punto di vista.
    Dicevo che ho fatto molte esperienze ma il solo pensatore moderno con cui sono in sintonia completa è Krishnamurti.
    Questo perché egli spinge a riflettere e a essere maestri di noi stessi.
    Mi è capitato di imbattermi nella serie di video su You tube: “La crisi economica come Maestra di Crescita Spirituale”
    L’ho seguita con interesse accorgendomi sempre di più di avervi trovato chi la pensa come me: il mondo può cambiare solo se pensiamo con la nostra testa.
    In più vi si riesce i esprimere questi concetti in modo chiaro e ben articolato.
    Avrei molto piacere di approfondire.
    Fabio Mazzoli
    collesalvetti (LI)

  2. on 10 dic 2011 at 12:51pierluigi

    Ciao Fabio, approfondire è semplice.
    Puoi iniziare scaricando il piccolo ebook dalla home page del sito e visitare http://www.arcipelagoscec.net leggere ad esempio i progetti concreti a cui stiamo dando vita con http://www.noinet.it e http://www.sargo.it
    il passo successivo è quello di renderti parte attiva al cambiamento entrando a far parte del gruppo di attivisti di Arcipelago SCEC e iniziare a cambiare insieme alla tua comunità. Se poi vuoi contattarmi in privato puoi farlo tramite support(at)centrofondi.it.
    Un caro saluto, Pierluigi

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.